Per il bene della vostra salute, dovreste saperlo, dove si trova il fegato. È uno degli organi interni più importanti di un essere umano, i cui disturbi di funzionamento possono mettere in pericolo la sua vita. 

Dov'è il fegato

Posizione del fegato è la cavità addominale, più precisamente sotto l'arco costale destro.

Il fegato è una parte importante dell'apparato digerente. Si trova proprio accanto allo stomaco, in un modo che "si sovrappone" a questo organo - guardando dal davanti, la forma del fegato assomiglia a un triangolo rettangolare.

 Nella parte inferiore del fegato, il fegato è adiacente ad una piccola cistifellea e al duodeno, e ancora più in basso ci sono il colon e l'ileo. Un fegato correttamente sviluppato è costituito da quattro lobi: il destro, il sinistro, la coda e il quadricipite.

La dimensione del fegato dipende principalmente dall'età e dalle condizioni generali di salute della persona in cui ci troviamo.

posizione del fegato

fegato sano

In casi molto rari posizione del fegato è il lato sinistro del corpo. Questo è il caso della destrocardia, cioè l'inversione viscerale - il fegato, il cuore, lo stomaco e altri organi interni si trovano su lati opposti alla normale anatomia addominale.

Se il fegato è sano, dovrebbe essere completamente coperto da un arco costale, anche se succede che nei bambini il fegato occupa una parte più grande dell'addome. La sporgenza del fegato dall'esterno dell'arco costale significa di solito un allargamento di questo organo e, di conseguenza, una malattia.

Il ruolo del fegato nel corpo


Il fegato svolge un ruolo importante sia nella digestione che nell'elaborazione delle sostanze assorbite.

 Il fegato immagazzina il sangue che scorre nel corpo e ne regola il volume.


Inoltre, il fegato pulisce il sangue da tutte le sostanze velenose che sono entrate nel flusso sanguigno.ha un'elevata capacità rigenerativacome dimostrano le operazioni in corso che prevedono l'asportazione di uno dei lobi del fegato per il trapianto o il trattamento.

Il frammento di fegato rimosso si rigenera, tuttavia, con frequenti danni al fegato, rigenerazione e la cosiddetta cirrosi. Quando succede qualcosa di brutto al fegato, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • Naturalmente il dolore sul lato destro dello stomaco,
  •  Nausea,
  •  Costipazione,
  • malessere generale,
  •  e anche solo dei comuni mal di testa.

Che cos'ha il tuo fegato?



Il fegato è sicuramente danneggiato da cibi grassi e pesanti così chiamati tipicamente polacchi, è quindi sovraccarico e non può far fronte a neutralizzazione di tutte le tossine.

E' anche colpita da alcuni farmaci dannosi, così come da quelli meno dannosi ma usati in eccesso, e dai contraccettivi orali.

Ma il più dannoso è l'alcol, quando si beve troppo, le cellule del fegato si danneggiano e il grasso inizia ad accumularsi in esse. Se, nonostante questo, il malato beve ancora, il fegato diventa cirrosi epatica.

Sintomi di un fegato malato

Un fegato malato raramente fa male per indicare immediatamente un problema. Il più comune sintomi di un fegato malato sono quelli che indicano i pazienti a cui è stato diagnosticato questo organo in un secondo momento:

  • Riduzione del benessere generale, della stanchezza prolungata o della debolezza di tutto il corpo.
  • I pazienti si lamentano anche di problemi alimentari, che si manifestano con la mancanza di appetito o addirittura con il mangiare.
  • Possono anche verificarsi nausea e vomito di causa non identificata, nonché una sensazione di pugnalata all'addome, soprattutto sul lato destro del corpo, sotto le costole. 
  • Dicono che un fegato malato non fa male. Tuttavia, questo non è del tutto vero, perché se il fegato è ingrossato, può causare dolore, che è estremamente spiacevole e spesso difficile da sopportare per il paziente.
  • Il fegato è solitamente ingrossato in caso di epatite acuta o cronica. In questi casi, le funzioni di base del fegato sono disturbate, non disintossica correttamente il corpo dalle tossine,( controllare disintossicazione per quanto riguarda la pulizia del corpo dalle tossine), che ha anche un enorme impatto sulla qualità del benessere, e può anche causare l'avvelenamento di tutto il corpo

Considerando che sintomi del fegato malato nella fase iniziale sono abbastanza difficili da riconoscere per il paziente, non dobbiamo in nessun caso sottovalutare i problemi che si verificano. Anche se si tratta di un mal di testa, apparentemente di origine sconosciuta. Vale la pena di andare dal medico per escludere problemi al fegato o iniziare il trattamento.

Ricerca sul fegato

1.

Il primo ricerca in​​​​LEADER​​​​o​​​​daper vedere come funziona il nostro organo, c'è un'analisi del sangue. Le proteine e gli enzimi del plasma sono utilizzati per determinare la funzione del fegato, insieme all'indice di bilirubina, cioè la cistifellea. Comunemente, i test per determinare la funzionalità epatica sono chiamati test del fegato. I segni di un fegato malato sono sia un'elevata che sottovalutata conta ematica.

2.

Se il paziente lo richiede, il medico può anche consigliare una visita L'ecografia di questo corpoche è un metodo molto popolare per testarlo. Se ci sono indicazioni per ulteriori test dopo l'esame del fegato per gli indicatori ematici e l'ecografia, di solito si raccomanda di eseguire TAC del fegatoche permette una definizione più dettagliata del problema. Grazie all'enorme sviluppo delle possibilità diagnostiche e ai numerosi aggiornamenti degli esami con scanner CT, è molto più facile aiutare il paziente e attuare un trattamento adeguato.

3.

Un altro metodo per testare il fegato è scintigrafia. Questo esame permette di indicare l'apporto di sangue a questo organo e la funzione del suo metabolismo. L'esame scintigrafico mostra anche se il fegato è correttamente costruito e permette di valutare lo stato della milza e soprattutto la sua attività immunitaria in caso di epatite acuta e cronica.

Questo esame prevede la somministrazione al paziente di un isotopo radioattivo per via endovenosa. Le cellule del fegato catturano il marcatore in modo che possa essere registrato ed elaborato al computer utilizzando lo scintigrafo. Questo esame permette di valutare i danni al parenchima epatico, che possono verificarsi in caso di cirrosi o di infiammazione acuta e cronica. Grazie alla sua precisione, è anche possibile individuare tumori o tumori del fegato, che non sempre sono visibili durante l'esame ecografico.

Biopsia epatica

Biopsia epatica è di prendere una fetta di fegato. Questo viene fatto pungendo il guscio del corpo del paziente con un sottile ago da biopsia. Nel caso di infezione da HCV, cioè quando si sospetta un'epatite C, si tratta di un esame estremamente importante. Distinguiamo due tipi di infezione biopsia epatica:

  • Una biopsia non mirata, che viene anche chiamata cieca. Durante una biopsia non mirata, il medico inserisce un ago da biopsia intorno al nono o decimo intercostale e raccoglie selettivamente il biopate, cioè il materiale necessario per l'esame e quello target, che viene combinato con gli ultrasuoni.
  • Per eseguire la biopsia è necessario rimanere in ospedale per diversi giorni in anticipo per prepararsi a questa procedura. Ci sono anche casi in cui il paziente non deve essere ricoverato prima e può essere ricoverato e dimesso il giorno stesso. Tutto dipende naturalmente dal caso e dal paziente stesso.
  • Prima di esibirsi biopsia epatica È necessario eseguire test come la morfologia degli organi, l'ecografia, la coagulazione del sangue e il livello dei pigmenti biliari, cioè la bilirubina.
  • Una permanenza più lunga in ospedale è solitamente richiesta dai pazienti a cui è stata diagnosticata una bassa coagulazione del sangue, perché in questi casi è necessario somministrare farmaci che influiscono sulla coagulazione.
  • L'esame non è doloroso. Il medico lo esegue in anestesia locale. Dopo l'introduzione dell'ago per biopsia, il medico prende il materiale, cioè un rullo, un ago di tessuto per l'esame. Un rullo di tessuto può essere considerato adatto se ha sei spazi portali. Dopo l'esame, il medico applica una medicazione sul luogo della puntura e l'esame è considerato completato.

Dieta del fegato

Sarà molto buono per il fegato mangiare 5 pasti più piccoli al giorno piuttosto che 3 pasti più grandi come è consuetudine, e ognuno di questi 5 piatti dovrebbe contenere almeno una porzione di verdura o frutta. L'assunzione di sale deve essere strettamente limitata, può essere sostituita da erbe che hanno un buon effetto sul fegato, per esempio: zafferano, timo, maggiorana, dragoncello, origano o cumino.

I piatti fritti e troppo grassi dovrebbero essere eliminati o almeno ridotti, un'ottima alternativa alla carne molto grassa è per esempio il pollo cotto. I grassi animali dovrebbero essere sostituiti da quelli vegetali. È anche importante evitare piatti troppo caldi e troppo freddi e bevande troppo fredde.

L'alcol, invece, è il più grande nemico del fegato, e se ci sono problemi con questo organo è meglio eliminarlo completamente dalla dieta.


Come potete vedere, il cibo è un fattore molto importante che influenza la funzione del fegato. È un'eccellente prevenzione nelle sue malattie.
 Inoltre, ricordiamoci di uno stile di vita sano, una dieta corretta e l'attività fisica aiutano a combattere le malattie del fegato. Riducono il rischio di cancro e di cirrosi epatica.

Purificazione del fegato

Purificazione del fegato sono attività volte a rimuovere le sostanze nocive che si sono accumulate nel fegato durante i processi di filtrazione. Uno dei modi per purificazione del fegato è trattamento del cardo

Questa erba è stata usata per molto tempo, principalmente per cirrosi, steatosi, stasi biliare, danni, infiammazioni. L'ostropeste maculato è usato non solo per pulire il fegato, ma anche profilatticamente per prevenire la degenerazione di questo organo. L'erba può essere utilizzata sotto forma di infusione nella giusta concentrazione o sotto forma di compresse, è necessario solo escludere preventivamente l'allergia al cardo maculato.

Pulizia del fegato Clark

Un altro modo per purificazione del fegato è un metodo sviluppato dal dottor H. Clark. Consiste, tra l'altro, nel ripristinare la corretta circolazione della bile e nel rimuovere tutti i depositi e le pietre dal corpo.

 Il trattamento di pulizia del fegato dura due giorni e per il vostro comfort è meglio restare a casa per questo tempo. Per il trattamento viene preparata una soluzione speciale a base di sale amaro, che ha un forte effetto lassativo e quindi può verificarsi diarrea.

 Durante il trattamento deve essere seguita anche una dieta appropriata. Oltre alla dieta, vale anche la pena di conoscere vari tipi di pillole dimagranti come orzo verde plus che allevierà il fegato.

Purificare il fegato come funziona

  1. Il primo giorno si dovrebbe fare una colazione leggera, senza grassi o ingredienti indigesti, e bere molta acqua.
  2. Poi, invece di cenare, la prima porzione della soluzione viene presa per via orale e d'ora in poi non si potrà più mangiare o bere nulla.
  3. Prima di andare a letto, preparate una bevanda di olio e succo di pompelmo, che bevete immediatamente prima di andare a letto.
  4. Il secondo giorno del mattino possono comparire lievi disturbi di stomaco, ma sono una reazione normale al trattamento e il modo migliore per alleviarli è stare a letto in posizione sdraiata.
  5. Il secondo giorno, dopo aver bevuto l'ultima porzione di soluzione salina, la cura è finita e si può quindi mangiare qualcosa, preferibilmente qualcosa di facilmente digeribile.
  6.  Se il fegato è molto carico, il trattamento di pulizia può essere ripetuto, ma è necessario mantenere una pausa di almeno due settimane tra di loro. Un altro metodo è purificazione del fegato secondo William Donald Kelley, della durata di cinque giorni.
it_ITItaliano